AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE BIM ORIENTED

BIM, lo stato dell’arte in Italia e in Europa
marzo 23, 2018

AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE BIM ORIENTED

FORMAZIONE BIM AUTODESK REVIT

In generale i corsi di formazione sono occasioni che consentono l’accrescimento professionale con lo scopo di perfezionare le competenze dei partecipanti in uno specifico settore e di fornire strumenti utili al professionista affinché operi al meglio all’interno del proprio contesto culturale ed economico. Gli argomenti trattati nei corsi sono attinenti a tematiche tecniche e di interesse professionale.

Oggi si parla spesso di proposte di corsi di Formazione BIM destinati a professionisti che operano nel settore delle costruzioni e delle infrastrutture.
L’avvento del BIM sta caratterizzando, in questo periodo storico, il processo d’innovazione del comparto dell’edilizia. L’edilizia 4.0 introduce nel settore sistemi digitali e di connessione sincronica. Nell’ambito della progettazione architettonica e dell’ingegneria, il sistema tradizionale CAD sta subendo un’ulteriore processo evolutivo, tradotto nel passaggio dall’analogico al digitale.

Con il CAD il tecnico era abituato a lavorare su linee prive di informazione e relazioni tra le linee/oggetti adiacenti, attraverso la Metodologia  BIM invece si opera con parametri, relazioni e sistemi di codifiche per la descrizione univoca di un componente, una lavorazione etc.
Con l’avvento delle tecnologie che utilizzano l’Information Modeling il linguaggio di comunicare l’architettura sta cambiando, gli strumenti tradizionali di disegno CAD sono sempre meno impiegati e tutti i professionisti coinvolti stanno comprendendo una nuova metodologia di lavoro.
Ad esempio: in ambiente CAD eravamo abituati a lavorare con una visione del progetto in modo parziale, spesso le operazioni di disegno per la restituzione grafica o di progettazione sembravano del tutto casuali, i file di lavoro erano confusionali per via delle diverse varianti di progetto sviluppate in un unico foglio e inoltre gli archivi erano pieni di file dello stesso progetto salvati per ogni stato di avanzamento o per modifiche eseguite da altri operatori. In ambiente BIM invece tutto ciò è molto più logico e facile da gestire.
Quando si lavora in un progetto BIM viene richiesta la predisposizione ad una visione d’insieme del progetto, resa più semplice grazie alla tridimensionalità degli elementi costruttivi e alle relazioni che tra di essi si stabiliscono nel momento in cui vengono ‘assemblati’. Inoltre, le varianti di progetto vengono gestite automaticamente dai software, il file è unico ed è collegato in rete con tutti i partecipanti alla progettazione che autonomamente e sincronicamente apportano modifiche e aggiornano il file centrale.

Per garantire una ben fatta progettazione e informatizzazione non occorre essere solo un bravo progettista ma bisogna conoscere e seguire le logiche di scrittura del software, ad esempio come vincolare e relazionare un componente ad un altro o stabilire quale l’orientamento da seguire per disegnare, ad esempio, un insieme di muri tra loro relazionati, etc.
Tuttavia, possiamo considerare la progettazione BIM un processo di ingegnerizzazione informatica.
Pertanto risulta necessario che i professionisti conseguano un percorso di aggiornamento professionale che consenta di allinearsi rispetto a queste nuove logiche e metodologie di lavoro.

La formazione da autodidatta è verosimilmente possibile a condizione che il professionista, in continuità, dedichi diverse ore allo studio di testi, di manuali (es. Autodesk Revit circa 1.700 pag.), di procedure per l’informatizzazione del processo costruttivo (es. UNI 11337), alla visione di video tutorial e alle attività di pratica e verifica.
Ciò comporta un dispendio di tempo non indifferente con il rischio, ad esempio, di non trovare sia sui manuali che sui video tutorial informazioni relative alla logica di scrittura del software o a soluzioni pratiche più rapide per ottenere lo stesso risultato.
In alternativa, ci sono corsi di Formazione BIM in Autodesk Revit erogati da società specializzate e da docenti autorizzati (AAI Autodesk Approved Instructor) dalla casa software con relativa matricola di riconoscimento.
Solitamente, chi riveste il ruolo di docente è qualificato come BIM Manager, ovvero colui che ha conoscenze pluriennali sui software BIM oriented, di codifiche, di progettazione nelle diverse discipline e alla gestione del cantiere, informatica e del work flow tra i diversi operatori, etc.

Progetto BIM procede in questa direzione e sostiene la crescita professionale attraverso il trasferimento delle proprie competenze per formare tecnici esperti capaci in grado di dare supporto alle imprese che iniziano oggi questo percorso di innovazione.
Progetto BIM propone un corso di Formazione BIM Autodesk Revit strutturato secondo l’apprendimento di funzioni tecniche con l’obiettivo di condurre il corsista alla sperimentazione e all’acquisizione concreta di una procedura di lavoro efficace.
Il corso punta a formare professionisti in grado di fare di Autodesk Revit 2018 il proprio strumento di studio, di progettazione, di analisi, di grafica e di gestione di tutto il processo progettuale BIM, in un’ottica di lavoro condotto in team.

Per saperne di più iscriviti alla nostra pagina e scarica il progetto formativo proposto.

Affrettati martedi 10 aprile iniziamo!!

//]]>